La Serie A si potrebbe giocare anche in Cina

Una partita di una prima giornata di Serie A da giocare in Cina. E’ questo l’oggetto dell’accordo pluriennale su cui lavorano i vertici del calcio italiano con China Media Group, principale gruppo media cinese, e di cui si discuterà domenica nel corso di un incontro a margine della visita del presidente cinese Xi Jinping a Roma, a cui saranno presenti rappresentanti di Pechino, i presidenti di Figc e Lega di A, Gravina e Micciché e l’ad della Lega di A De Siervo. Nello spirito dell’accordo il calcio è visto come strumento di dialogo permanente tra Cina e Italia. L’obiettivo del governo cinese è ottenere i Mondiali del 2026 o del 2030 e la partnership con una nazione calcisticamente importante come l’Italia è vista da Pechino come un fattore chiave in quest’ottica. L’intesa prevederebbe anche l’inserimento nei centri federali della Figc di giovani promesse cinesi. E’ anche prevista la condivisione dell’esperienza all’avanguardia italiana nello sviluppo del sistema Var.

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *