Milan-Lazio 1-0, le pagelle: Kessie di rigore, Piatek lavoratore e Musacchio super

Queste le pagelle di Milan-Lazio. 

Reina 7 – Si fa sempre trovare pronto. Ad inizio gara si supera e strozza in gola l’urlo di gioia ad Immobile grazie ad una parata superlativa. 

Calabria 5.5 – Spinge poco, probabilmente su richiesta di Gattuso. Difensivamente attento. Abbandona il campo infortunato al 67’. 

Musacchio 6.5 – La Lazio crea poco, ma quando viene puntato dalle punte biancocelesti non si fa superare. Si improvvisa attaccante e guadagna il rigore decisivo. 

Romagnoli 6 – Sempre attento. Duella sulle palle alte con Milinkovic-Savic e vince quasi sempre. È costretto ad abbandonare il campo al 68’ per colpa di un infortunio.

R. Rodriguez 5.5 – Come Calabria non lascia spesso la sua posizione iniziale. Dietro fa il suo compito. 

Kessie 6.5 – Sbaglia tanto a metà campo, non riesce a penetrare la retroguardia laziale, ma dal dischetto è freddissimo e spiazza Strakosha. Gol fondamentale in ottica Champions League e periodo nero alle spalle. 

Bakayoko 6 – Nel primo tempo punta centralmente la Lazio. Salta sempre l’uomo e guadagna molti falli. Nella ripresa è attentissimo, ma non si fa vedere in zona Strakosha. 

Calhanoglu 6.5 – È il più propositivo nel centrocampo rossonero. Calcia da ogni posizione e trova spesso la porta. Nel primo tempo solo Strakosha gli nega la gioia del gol. 

Suso 5.5 – Si intestardisce e cerca spesso la conclusione da lunga distanza. È pericoloso solo nel finale di gara quando il suo tiro a giro viene tolto dal sette da Strakosha. 

Piatek 6 – La difesa laziale gli concede pochissimo. Lavora tanto per la squadra, ma è poco lucido sottoporta. Abbandona il campo tra gli applausi di San Siro all’84’. 

Borini 6 – Fa il suo compito senza sbavature. 

Laxalt 6 – Entra al 67’ al posto dell’infortunato Calabria. Corre e lotta sulla fascia. 

Zapata 6 – Entra al 68’ al posto dell’infortunato Romagnoli. Si inventa centrocampista d’inserimento e serve un assist al bacio per Piatek, però, che non riesce a superare Strakosha. Dietro si fa trovare pronto. 
Cutrone 6.5 – Entra all’84’ al posto di Piatek e si fa trovare pronto. Nel recupero va vicinissimo al gol dopo un’azione di contropiede. 

Gattuso 6.5 – Il suo Milan torna alla vittoria dopo un periodo non felicissimo, proprio nella partita più importante. La ricetta? Pressing intelligente e tanto cuore. Lazio staccata, Roma superata e quarto posto guadagnato. 

2 pensieri riguardo “Milan-Lazio 1-0, le pagelle: Kessie di rigore, Piatek lavoratore e Musacchio super

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *