Fiorentina-Milan 0-1, le pagelle: Calha-Suso, che coppia!

Ecco le pagelle di Fiorentina-Milan.

G. Donnarumma 6.5 – Si fa sempre trovare pronto. La parate più impegnative le fa su Kessie, che devia maldestramente un cross di Benassi, e Chiesa nel finale.

Abate 6 – La corsia di destra è il suo habitat, puntuale in fase offensiva e leggermente in difficoltà quando viene puntato da Chiesa. Partita sufficiente la sua.

Musacchio 5.5 – Non dà la sicurezza necessaria alla retroguardia, nel finale viene saltato di netto da Chiesa, solo un grande Donnarumma lo salva.

Romagnoli 6 – Ritorna in campo dopo la squalifica e si vede. Nella sua 150ª presenza con la maglia rossonera, è il giocatore del Milan che respinge più conclusioni della Fiorentina in tutta la partita (sette).

Rodriguez 5.5 – Spinge poco e quando lo fa, lo fa male. In fase difensiva subisce Mirallas.

Kessie 5.5 – Fa il compitino, rischia l’autogol ed in attacco non si fa praticamente mai vedere.

Bakayoko 6.5 – Nonostante la settimana complicata appena conclusa, gioca una partita da leader in mezzo al campo. Recupera più palloni di tutti (nove) e sbaglia pochissimo (97% di passaggi riusciti).

Calhanoglu 7 – Quando vede la Viola, si scatena. Segna un gol di vitale importanza per la stagione rossonera su assist al bacio di Suso. E’ l’unico giocatore rossonero che tenta sempre la conclusione. Coraggioso ed MVP.

Suso 7 – Nonostante venga criticato, continua ad inanellare una super-prestazione dopo l’altra. Decimo assist stagionale e cinque occasioni create, più di qualsiasi altro giocatore rossonero. Esce all’81’ per Castillejo.

Piatek 5.5 – Viene servito e si fa vedere poco. Abbandona il campo al 74’ minuto di gioco.

Borini 6.5 – Corre e lotta sulla fascia, fa un gran lavoro anche in fase difensiva.

Cutrone 6.5 – Subentra al 74’ minuto al posto di Piatek e va vicino al gol sei minuti dopo il suo ingresso in campo. Buonissimo impatto.

Castillejo s.v.

Laxalt s.v.

Gattuso 6.5 – Nel primo tempo il Milan domina, nel secondo cala, ma resiste agli scarsi attacchi viola grazie anche alla sua grinta. Il 4-3-3 funziona.

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *