Sacchi su Ancelotti: “Fu un grande protagonista del mio Milan”

L’ex tecnico di quel Milan che seppe cambiare la storia del calcio ha parlato ai microfoni di Che tempo che fa, ha raccontato dell’arrivo di Ancelotti a Milano: “Aveva il 20% di inabilità in un ginocchio, con tre menischi e un crociato rotti. Però era uno intelligente, generoso e pieno di entusiasmo. Berlusconi era dubbioso, anche perché a Roma dicevano che era una sola. Galliani lavorò nell’ombra e venerdì notte all’una mi disse che dovevo convincere Berlusconi, perché con la Roma aveva concluso. Sabato avrebbe chiuso il mercato. Io lo chiamai subito e gli dissi di prendermelo perché avremmo vinto il campionato con lui. Stette zitto un secondo e poi acconsentì, il mattino dopo lo andarono a prendere e firmò. Fu un grande protagonista della nostra cavalcata Scudetto”.

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *