CdS – Stretta finale per Sensi, Mancini più difficile

Oltre ad Alessio Cragno e Nicolò Barella, il Milan è sempre vigile su Gianluca Mancini e Stefano Sensi. Come ribadisce Il Corriere dello Sport, ieri c’è stato un incontro in sede tra Giuseppe Riso e Paolo Maldini, durato più di un’ora. “L’argomento forte del colloquio è stato Sensi del Sassuolo, da mesi ormai in orbita Milan – si legge -. Riso ha capito che i rossoneri vogliono puntare ancora sul centrocampista neroverde. Si è parlato anche di cifre. Sensi potrebbe strappare un contratto di cinque anni, a circa due milioni a stagione, mentre per il costo del cartellino i rossoneri sborserebbero 17 milioni circa. Operazione che permetterà di mettere le mani su uno dei centrocampisti della Nazionale, e cominciare a colmare i vuoti in mediana dopo gli addii di quattro giocatori in quel ruolo.  
 
In difesa invece piace un altro assistito di Riso, ovvero Gianluca Mancini dell’Atalanta. L’affare però è più complicato per due motivi. Il primo è che i bergamaschi non vorrebbero sfaldare la squadra che ha conquistato la Champions League. Inotre si attende l’arrivo di Marco Giampaolo per scegliere se puntare definitivamente su Mancini o Andersen della Samp, il vero pupillo in difesa per l’allenatore abruzzese”, conclude il quotidiano.

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *