Suso-Roma, le possibili contropartite gradite ai rossoneri

Suso-Roma, un possibile matrimonio che ritorna come quando lo scorso anno fu il suo procuratore Lucci a proporlo ai giallorossi mentre la società rossonera era nel caos ma alla fine non si fece più nulla.

Il Milan non chiude ad una cessione dello spagnolo soprattutto per motivi tattici (difficile collocazione nel 4-3-1-2 di Giampaolo) ed anche economici (il suo addio potrebbe permettere un investimento importante per rinforzare il reparto avanzato). La società rossonera non esclude qualche possibile contropartita tecnica ideale per il gioco di Giampaolo come Pellegrini, ottima mezz’ala di grande inserimento e soprattutto quel Shick che tanto bene aveva fatto con il nuovo allenatore rossonero. Gli incontri frequenti di Lucci a Casa Milan (5 in 20 giorni circa) sono un segnale importante e le prossime settimane potrebbero essere decisive per un addio o una permanenza rossonera di Suso.

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *